L'isola delle parole

  • Anno scolastico 2018-2019
  • Presentato da I.C. "Giannuario Solari", Loreto (AN)

Art. 19    
Ogni individuo ha diritto alla libertà di opinione e di espressione incluso il diritto di non essere molestato per la propria opinione e quello di cercare, ricevere e diffondere informazioni e idee attraverso ogni mezzo e senza riguardo a frontiere.



E se le parole si trovassero in balia di una tempesta? E se le parole fossero scomparse? e se le parole andassero recuperate e riportate al successo? E se le parole fossero minacciate da onde molto alte? L’unica possibilità che resta loro è quella di cercare un’isola, una terra ancora incontaminata in cui poter ricominciare, poter ritornare a svolgere una funzione, riprendere fiato e vigore, riposarsi per allenarsi a tornare sulla terraferma, senza mai dimenticare che il mare è sempre lì, carico di tutti i suoi guai. Il progetto “L’isola delle parole” è il progetto annuale della classe 1G, una attività interdisciplinare che coinvolge le discipline umanistiche, la lingua inglese e arte immagine. La programmazione delle azioni è stata scandita da tre differenti periodi: La tempesta L’isola L’isola delle parole Una serie di dinamiche di gruppo permetterà ai ragazzi di ricreare un mondo senza regole e arbitri. La classe viene così proiettata in un mondo in tempesta, in un mondo di caos e confusione in cui ha la meglio sempre il più forte. In questo mondo in tempesta nessuno riesce più a esprimere le proprie idee perché tutti hanno paura di pronunciare le parole necessarie, di raccontare i propri pensieri e le proprie opinioni. Suddivisi in 6 gruppi gli alunni della classe 1G affronteranno la lettura di testi che nascondono in sé situazioni di parole negate: terrorismo, mafia, omertà, bullismo, non accettazione del diverso, razzismo, povertà, malattia, ritardo mentale, autismo. Sono queste le onde della tempesta che hanno travolto le parole e che minacciano la loro stessa sopravvivenza. Il primo periodo di attività si concluderà con un’indagine che verrà effettuata all’interno della scuola e al di fuori dell’istituzione scolastica, con lo scopo di capire se le onde che hanno travolte le parole hanno anche raggiunto la nostra città e la nostra scuola. Secondo periodo: Proprio quando tutto sembra ormai perduto, quando le parole sembrano ormai soffocate dalla violenza e dalla cattiveria ecco che si intravede da lontano un’isola, l’isola delle parole, in cui potersi riparare e riposare. É l’isola in cui trovano spazio gli antidoti alla tempesta: il coraggio, l’accoglienza, l’ascolto, l’amicizia, l’attenzione per l’altro. In questa isola le parole trovano finalmente il modo per riorganizzarsi, rafforzarsi e tornare nel mondo. Con l’aiuto dell’insegnante di arte i ragazzi realizzeranno un plastico in cui inseriranno al centro l’isola e attorno il mare con le sue onde. Terzo periodo: Il periodo conclusivo del progetto vede la scuola protagonista di questa azione di recupero e salvataggio delle parole naufragate nell’isola. É stato individuato un locale da rinnovare completamente e mettere a disposizione dell’intera comunità scolastica e giovanile. Si tratta di un’isola delle parole in cui ogni spazio è pensato per poter apprendere un uso corretto e funzionale delle parole: La spiaggia (biblioteca) in cui le parole si offrono alla lettura. Il villaggio (angolo della scrittura) in cui le parole si incontrano e formano frasi e testi. L’ospedale in cui si recuperano le parole dimenticate. Le capanne (teatro) in cui le parole riescono a rappresentare la realtà. La fabbrica (angolo debate) il cui le parole si combinano e trovano la forza di argomentare. Il porto (giornalino-radio) il luogo in cui le parole si offrono al mondo attraverso il giornalino delSolari. Saranno gli studenti stessi, con le loro attività e la loro creatività ad essere il più efficace antidoto alla tempesta, sarà la scuola con i propri spazi e i propri insegnanti a creare occasioni perché la libertà di espressione e di opinione sia al centro della propria attività educativa. Il progetto si concluderà all’Istituto Divina Provvidenza di Loreto, un luogo che accoglie ragazze e donne con handicap o ritardi mentali; in un laboratorio teatrale gli ospiti del centro e alunni della 1G ridaranno vita alla possibilità di espressione di ogni individuo.

 

L'isola delle parole

Blog

  • 18 Aprile 2019
    Manuel Pace - I.C. "Giannuario Solari", Loreto (AN)

    NONO SALVATAGGIO

    La zattera che permetterà ai nostri ragazzi e alle parole salvate di salpare dall'Isola delle parole è ormai pronta. Tutti si stanno preparando a lasciare il luogo che li ha protetti nelle ultime settimane per tornare nel mondo. Le parole ...

  • 13 Aprile 2019
    Manuel Pace - I.C. "Giannuario Solari", Loreto (AN)

    OTTAVO SALVATAGGIO

    Arriva su di una zattera. é accompagnata da uno strano personaggio. L'uomo che ha sfidato Polifemo, ha voluto ascoltare il canto delle Sirene, è andato incontro a Scilla e Cariddi. é la parola CURIOSITA'

    E se anche tu fossi un ...

  • 04 Aprile 2019
    Manuel Pace - I.C. "Giannuario Solari", Loreto (AN)

    SETTIMO SALVATAGGIO

    Sulla nostra isola non poteva mancare la parola IMPEGNO. é arrivata una mattina, piegata su se stessa per il carico che portava con sé. é una parola faticosa da accogliere, i suoi più cari amici sono COSTANZA e LAVORO. riusciranno ...

  • 01 Aprile 2019
    Manuel Pace - I.C. "Giannuario Solari", Loreto (AN)

    SESTO SALVATAGGIO

    E con l'aiuto dei bambini della scuola prima Collodi i nostri ragazzi scoprirono il valore della parola CORAGGIO.

    Sei pronto a nuove avventure?
    Quale avventure saresti pronto a compiere?

  • 01 Aprile 2019
    Manuel Pace - I.C. "Giannuario Solari", Loreto (AN)

    SESTO SALVATAGGIO

    E con l'aiuto dei bambini della scuola prima Collodi i nostri ragazzi scoprirono il valore della parola EROISMO.

    una domanda però era nell'aria?
    Chi sono i tuoi eroi?

  • 27 Marzo 2019
    Manuel Pace - I.C. "Giannuario Solari", Loreto (AN)

    QUINTO SALVATAGGIO

    Paura, rabbia, gioia, tristezza arrivarono una di seguito all'altra, in fila una dietro all'altra. Erano riuscite a salvarsi con un po' di fortuna. Erano le EMOZIONI, quelle che i nostri amici erano riusciti a salvare grazie alla collaborazione della compagnia ...

  • 19 Marzo 2019
    Manuel Pace - I.C. "Giannuario Solari", Loreto (AN)

    QUARTO SALVATAGGIO

    Eccola sta per arrivare, l'abbiamo avvistata in balia delle onde, proprio nel punto in cui la tempesta è più violenta. Eccola, è arrivata. è la parola PAPA'.

    Se pensi al tuo papà qual è la prima cosa che ti viene ...

  • 15 Marzo 2019
    Manuel Pace - I.C. "Giannuario Solari", Loreto (AN)

    TERZO SALVATAGGIO

    é la volta della parola FANTASIA.
    Inventare, immaginare, andare oltre, entrare in un mondo speciale, unico.
    Questa è la nuova missione della 1G che con una pomata magica potrà cancellare ogni bruttura e tristezza.

  • 12 Marzo 2019
    Manuel Pace - I.C. "Giannuario Solari", Loreto (AN)

    SECONDO SALVATAGGIO

    Approda sulla spiaggia della nostra isola la parola EROISMO
    é tempo di un debate sull'argomento. Esistono ancora gli eroi? Quali sono gli eroi del nostro tempo?
    Tra una discussione e l'altra, tra argomentazioni PRO e argomentazioni CONTRO, i nostri naufraghi ...

  • 07 Marzo 2019
    Manuel Pace - I.C. "Giannuario Solari", Loreto (AN)

    Primo salvataggio

    E fu così che sulla spiaggia della nostra isola approdarono le lettere della parola SOGNO. Era lei la prima parola da soccorrere e da salvare.

    "Peter finì per convincersi che la sua vita fosse probabilmente soltanto un sogno. C'era qualcosa ...