Veni vidi vici

  • Pubblicato il 11/03/2019
  • da Veronica Romano - I.C. N. 6 -Scuola Sec. I Gr. Irnerio, Bologna

Perché questo titolo, vi starete chiedendo.. beh quello che sembra un gioco di parole,un esercizio retorico di allitterazione, riassume in sé, in modo coinciso quanto efficace la forza e le idee del nostro progetto.La frase famosa inviata da Cesare a Roma per annunciare la vittoria conseguita a Zela dopo un'aspra battaglia, riassume nella sua nudità la presenza di spirito, l' ardore combattivo sgombro di ogni paura che solo i giovani posseggono.
LA scelta dell' ARTICOLO 13 racchiude in sé lo spirito impavido della libertà, espresso nella migliore forma dell'essere umano:
I RAGAZZI . LA 2°C
Questi, i conquistatori e i difensori dei diritti europei. Abbiamo cercato di esprimerlo anche attraverso la fotografia di classe in cui un alunno, NON CASUALMENTE, tenta di scappare ... simboleggiando la sua libertà!
Come descritto, sinteticamente, i ragazzi hanno svolto delle interviste e dei sondaggi i più curiosi e interessanti vengono commentati dagli stessi alunni. ... A VOI, RAGAZZI !

Commenti (10)

Per inserire un nuovo commento è necessario autenticarsi.

  • il 30/04/2019
    Sofia Cesari - Irnrerio, Bologna
    ha commentato:

    È stata un'esperienza molto bella e significativa per tutti noi ragazzi.
    Penso che il concetto di libertà sia espresso molto bene e che la foto sia ben studiata e spiegata.
    È strano con con tre semplici parole (veni, vidi, vici) si possa esprimere un concetto così importante come la libertà,un bene così prezioso, che a molta gente oggi manca.
    La libertà é tutto ciò di cui si può aver bisogno.

  • il 30/04/2019
    Marco Vena - Irnerio, Bologna
    ha commentato:

    Trovo che la foto, e sotto la didascalia, siano totalmente azzeccate.
    Inoltre, io penso che nel 2019 sia molto inquietante che la LIBERTÀ non sia parte integrante nella vita di tutti noi.
    Spesso si pensa a se stessi e basta, senza pensare a come stiano gli altri e anche dei piccoli gesti potrebbero essere utile affinché tutti possano godere delle stesse libertà.
    Purtroppo l’ Italia su questi temi ( immigrazione ecc.) sta prendendo posizioni sempre peggiori( secondo il mio punto di vista).
    Lottiamo tutti e diventeremo uomini e donne liberi!

  • il 02/04/2019
    Simone Langella - Irnerio, Bologna
    ha commentato:

    Bel lavoro soprattutto la libertà che ha ogni persona

  • il 24/03/2019
    Emma Pomponio - scuola media Irnerio, Bologna
    ha commentato:

    Come fu per Giulio Cesare, che di ritorno da una fortunata spedizione militare annunciò al Senato di Roma la sua vittoria con un "veni vidi vici", anche noi utilizziamo oggi queste parole per presentare il nostro progetto al Senato dei Ragazzi.
    "Veni vidi vici": una singolare corrispondenza con una famosa impresa del passato e, insieme, un augurio di successo per il nostro progetto così ben descritto nella sua presentazione.
    Il tema è quello del viaggio, che porta con sè l'idea di libertà. Questa è simboleggiata nella foto da Dylan, che corre via dritto oltre i confini, com'è stato a suo tempo per la sua famiglia in arrivo in Italia alla ricerca di una nuova vita.

  • il 19/03/2019
    Alessio Toci - scuola secondaria di primo grado Irnerio, Bologna
    ha commentato:

    Il progetto sembra essere perfetto, rapresenta tanto la nostra idea di libertà. Spero che come classe continueremo a supportarlo e cercare di farlo crescere nel migliore dei modi!

  • il 13/03/2019
    beatrice bottiglioni - ic 6, bologna (BO)
    ha commentato:

    Siamo stati davvero bravi,
    il senato ci aspetta!

  • il 12/03/2019
    Dylan Miburo - Scuola irnerio, BOLOGNA
    ha commentato:

    Lavoro seriamente fatto bene....mi piace!

  • il 12/03/2019
    Sebastiano Sapuppo - Scuole medie Irnerio, Bologna (BO)
    ha commentato:

    La descrizione è perfetta e anche la foto

  • il 12/03/2019
    Lorenzo Bandiera - Irnerio, Irnerio (Bo)
    ha commentato:

    Beh...direi che con questa descrizione ha fatto il riassunto del nostro progetto.

  • il 12/03/2019
    Tazio Giorgio Dehò - Irnerio, Bologna
    ha commentato:

    Perfetto professoressa.