Vorrei una legge che... (scuole primarie e scuole secondarie di primo grado)

Logo Vorrei una legge che...Il Senato della Repubblica, nel quadro delle iniziative rivolte al mondo della scuola e in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, promuove un progetto didattico-educativo che coinvolge le ultime classi delle scuole primarie e le prime classi delle scuole secondarie di primo grado.
L'iniziativa "Vorrei una legge che…" si propone di far riflettere i bambini e i ragazzi su temi a loro vicini e di far cogliere l'importanza delle leggi sulla regolamentazione della vita di tutti i giorni, incentivando il senso civico e di partecipazione democratica. Gli studenti, dopo aver approfondito insieme ai loro insegnanti un tema che li tocca da vicino, propongono e illustrano in forma creativa veri e propri “disegni di legge”.

 

Vai al bando di concorso 2017-2018

Ecco le scuole selezionate per l'edizione di quest'anno:


per la scuola primaria:


 - Istituto comprensivo "Deledda-Pascoli" di Carbonia (CARBONIA-IGLESIAS)

 - 13° Istituto comprensivo “Archimede” di SIRACUSA

 - Direzione didattica Statale I Circolo E. Solvay - plesso Europa di Rosignano M.mo (LIVORNO)

 - Istituto comprensivo "Pier delle Vigne" di Capua (CASERTA)

 - Istituto comprensivo "Luigi Lanzi" - Scuola primaria San Claudio di Corridonia (MACERATA)

 - Istituto comprensivo "Carnevali" di Sant'Angelo in Vado (PESARO URBINO)

 - Istituto comprensivo "Maria Montessori" di PADOVA


 -  Istituto comprensivo "Montanari" di Pieve Albignola (PAVIA)

 per la scuola secondaria di I grado:

 - Istituto comprensivo "1° C. D. Capraro" di Procida (NAPOLI)

 - Istituto comprensivo di Barberino del Mugello - Scuola secondaria di 1° grado "L. De Medici" di Barberino del Mugello (FIRENZE)

 - Istituto comprensivo "Johannes Amos Comenius" di Cognola (TRENTO)

 - Istituto comprensivo "Tommaso Cornelio" - Scuola secondaria di 1° grado Trenta Magli di Rovito (COSENZA)

 

Ecco le immagini dei progetti selezionati per l'edizione di quest'anno

Vai alle immagini della cerimonia

Vai allo Speciale sulla cerimonia a cura dell'Ufficio Stampa del Senato

 

 

 

English version