"Un giorno in Senato", premiati i ragazzi del Liceo scientifico "A. Antonelli" di Novara

"Un giorno in Senato", premiati i ragazzi del Liceo scientifico "A. Antonelli" di Novara

Il 2 e 3 dicembre 2019, con la premiazione del Liceo Scientifico Statale "Alessandro Antonelli" di Novara, si è svolto il quarto appuntamento delle giornate di formazione rivolte alle scuole vincitrici del progetto "Un giorno in Senato", anno scolastico 2018-2019.
Gli studenti hanno predisposto un disegno di legge dal titolo: "Disposizioni per un maggiore sostegno ed una più efficace tutela della maternità e per il contrasto del declino demografico".


Lunedì 2 dicembre, i ragazzi hanno cominciato la giornata svolgendo la visita guidata di Palazzo Giustiniani, dove fu firmata la Costituzione della Repubblica Italiana il 27 dicembre 1948.
Si sono poi traferiti presso la Libreria del Senato dove hanno incontrato il dott. Nicolò De Salvo, capo dell'Ufficio di segreteria della 10a Commissione permanente (Industria, commercio, turismo) che li ha introdotti alla divisione dei poteri nel nostro ordinamento, alle funzioni del Parlamento e tutti gli atti sia legislativi che di Sindacato ispettivo che compiono le Camere. Si è soffermato in particola modo sulle Commissioni di inchiesta e sulle Indagini conoscitive che vengono portare avanti dal Senato o dalle Commissioni bicamerali. Infine ha messo l'accento sulle funzioni dell'Amministrazione del Senato che, con la sua terzietà ed imparzialità, garantisce la continuità della macchina amministrativa e il supporto necessario a tutti i Senatori per svolgere il loro mandato.
Successivamente gli studenti hanno incontrato Chiara De Vecchis, del Servizio della Biblioteca, che ha illustrato il funzionamento del servizio bibliotecario e fornito strumenti e indicazioni per la consultazione delle banche dati. In particolar modo si è soffermata sulla possibilità di accedere alla Biblioteca per tutti i cittadini, dai sedici anni di età, e sulla possibilità di reperire sul sito internet del Senato le informazioni contenute nelle banche dati. Sono poi intervenuti Elisabetta Lantero e Alessandro Scurti, rappresentanti dell'archivio storico del Senato, che partendo dal concetto di archivio e della documentazione ivi contenuta, hanno illustrato la documentazione contenuta nell'Archivio storico e si sono soffermati in particolare sui disegni di legge presentati nel Senato del Regno in tema di maternità ed infanzia.
I ragazzi hanno poi assistito ad un momento della seduta dell'Assemblea legislativa a Palazzo Madama.


Martedì 3 dicembre, nell'Aula dell'10ª Commissione permanente (Industria, commercio, turismo), gli studenti hanno incontrato il dottor Massimo Martinelli, consigliere parlamentare anziano del Servizio dei Resoconti e della Comunicazione istituzionale, con cui hanno analizzato alcuni aspetti del loro disegno di legge, in particolar modo la tecnica di scrittura di un testo normativo, ed approfondito il ruolo svolto dalle Commissioni permanenti nell'iter di approvazione di un disegno di legge. Il dottor Martinelli si poi complimentato per la stesura del disegno di legge e per l'argomento trattato anche se a rilevato la scarsa attenzione alle coperture finanziarie per le spese previste dai ragazzi.
Hanno poi discusso ed approvato il testo da loro redatto simulando una apposita seduta del Senato.

Si è svolto poi l'incontro con i Parlamentari: sono intervenuti i Senatori Mino Taricco, Paola Binetti, Giorgio Maria Bergesio, Enrico Montani, Stefania Pucciarelli. I Senatori si sono complimentati con i ragazzi per il tema trattato, di vitale importanza in questo momento di scarsa natalità e hanno messo l'accento sul valore della famiglia e sul supporto che lo Stato deve dare per contribuire a rendere meno complicata la vita dei genitori che lavorano. Hanno poi risposto a domande su temi di interesse generale fra cui le riforme costituzionali, la riduzione del numero dei parlamentari e il lavoro dei Senatori e come vivono la responsabilità legata al loro mandato. I Senatori hanno invitato i ragazzi ad impegnarsi in politica, a portare i loro valori, i loro ideali e di metterli al servizio della comunità e a tutela della democrazia e della libertà non pensando che siano beni acquisiti una volta per sempre ma da al contrario da tutelare giorno per giorno.
A chiusura dell'incontro, studenti e docenti hanno ricevuto un attestato di premiazione.

 

Leggi il disegno di legge

Leggi il Resoconto stenografico