• Un giorno in Senato, 26-27 novembre

    Un giorno in Senato, 26-27 novembre

    Il 26 e 27 novembre 2018, con la premiazione del Liceo "Leonardo da Vinci" di Sora (FR), si è svolto il terzo appuntamento delle giornate di formazione rivolte alle scuole vincitrici del progetto "Un giorno in Senato", a.s. 2017-2018.
    Gli studenti hanno predisposto un disegno di legge dal titolo: "Introduzione dell'eutanasia nell'ordinamento giuridico italiano ".

    Nella giornata di lunedì 26 novembre, i ragazzi sono stati accolti dal personale dell'Ufficio Comunicazione istituzionale, presso i locali della Libreria del Senato, e sono stati introdotti all'attività legislativa e all'iter che seguono i disegni di legge presentati al Parlamento.
    Successivamente hanno svolto la visita guidata di Palazzo Madama, dove, all'interno dell'Aula, hanno incontrato Alessandra Caputo, stenografo parlamentare, che ha illustrato il funzionamento del sistema stenografico Michela e le procedure di redazione dei resoconti stenografici delle sedute d'Assemblea.
    Nell'Aula della 10ª Commissione permanente, hanno poi preso la parola Simone Bonanni del Servizio Studi del Senato e la dottoressa Manuela Ruisi, responsabile dell'Ufficio delle Informazioni parlamentari, dell'archivio e delle pubblicazioni del Senato: essi hanno illustrato il funzionamento dei rispettivi Uffici e fornito strumenti e indicazioni per la consultazione delle banche dati. Gli studenti sono stati coinvolti in un'attività di ricerca sulle banche dati, sia interne che sul portale Normattiva.it.
    La classe si è poi spostata a Palazzo Giustiniani dove si è svolta la visita all'Archivio storico del Senato: sono intervenuti Elisabetta Lantero e Alessandro Scurti, rappresentanti dell'Archivio storico, che partendo dal concetto di archivio e della documentazione ivi contenuta, hanno illustrato le vicende che hanno portato l'Archivio del Regno da Torino a Roma e la documentazione conservata, mostrando documenti originali dei senatori del 1800 e le prime carte prodotte dalle Commissioni del Regno d'Italia. Hanno mostrato inoltre le carte dei senatori Camillo Golgi e Enrico Tamassia, illustri scienziati della fine dell'800, che contribuirono ai lavori preparatori della legge Crispi di riforma del sistema sanitario nazionale che istituì la figura del medico condotto. A conclusione della visita hanno mostrato i Registri dei beni mobili e immobili della Casa Reale Sabauda con le piante dei palazzi posseduti dai Savoia.
    I ragazzi hanno poi svolto la visita guidata di Palazzo Giustiniani.


    Martedì 27 novembre, nell'Aula dell'10ª Commissione, gli studenti hanno incontrato il dottor Massimo Martinelli, consigliere parlamentare anziano del Servizio dei Resoconti e della Comunicazione istituzionale con cui hanno analizzato alcuni aspetti del loro disegno di legge, in particolar modo la tecnica di scrittura di un disegno di legge ed approfondito il ruolo svolto dalle Commissioni permanenti nell'iter di approvazione di un disegno di legge. Il funzionario si è complimentato per il lavoro svolto, soprattutto per la correttezza del linguaggio giuridico adoperato e per il coraggio dimostrato nell'affrontare un tema così delicato. Ricordando però ai ragazzi di fare attenzione alle clausole di copertura finanziaria che il lo disegno di legge prevede e alla mancanza di riferimenti al codice penale che prevede il reato di omicidio del consenziente. Gli studenti hanno poi discusso ed approvato il testo da loro redatto simulando una apposita seduta del Senato.
    Si è svolto poi l'incontro con i parlamentari: sono intervenuti le senatrici Paola Binetti e Bianca Laura Granato; oltre a rispondere a domande sull'argomento del disegno di legge, hanno affrontato temi di interesse generale fra cui le problematiche legate alla disoccupazione giovanile, la formazione scolastica, le misure a sostegno delle aziende per evitare lo spostamento delle fabbriche in paesi emergenti; per finire i ragazzi hanno chiesto ai senatori come riescono ad affrontare il peso della responsabilità che l'incarico al Parlamento nazionale comporta e le senatrici hanno ricordato il ruolo fondamentale delle opposizioni nei paesi democratici e hanno raccontato ai ragazzi le loro esperienze e soprattutto li hanno invitati a documentarsi e studiare per cambiare quello che ritengono non più attuale e sostenibile dalla nostra società.
    A chiusura dell'incontro, studenti e docenti hanno ricevuto un attestato di partecipazione al progetto.

     

    Vai alla Galleria fotografica