• Vorrei una legge che... Visita all'Istituto Comprensivo di Susegana (Treviso)

    Vorrei una legge che... Visita all'Istituto Comprensivo di Susegana (Treviso)

    È stata l'Aula Consiliare del Comune di Susegana (Treviso) ad accogliere la visita di una delegazione del Senato agli alunni della V A dell'Istituto Comprensivo di Susegana, vincitori della menzione speciale al concorso "Vorrei una legge che..."
    I bambini, con il progetto "Legge per la salvaguardia degli alberi e contro lo spreco della carta", sono stati premiati dalla senatrice Orietta Vanin e dal senatore Andrea Ferrazzi lo scorso lunedì 28 maggio.

    Dopo il benvenuto della dirigente scolastica Giancarla Da Dalt, e il suo ringraziamento alle insegnanti, la parola è passata al canto degli alunni, che si sono cimentati con l'Inno d'Italia e "Vois Sur Ton Chemin", colonna sonora del film "Les choristes".
    La parola è quindi passata al sindaco di Susegana, Vincenza Scarpa, che si è detta piacevolmente stupita dalla vincita della classe, che premia una collaborazione di molti anni tra l'amministrazione comunale e la scuola.
    Anche l'assessore Chiesurin ha ringraziato le insegnanti e ha ricordato ai bambini che porteranno sempre con sé questa esperienza di educazione civica, oltre ad aver dato l'esempio ai compagni e agli adulti.
    A complimentarsi con i giovani legislatori anche il sindaco e l'assessore all'ambiente del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Susegana.
    È arrivato poi il momento della presentazione del progetto, introdotto dalle parole della maestra Graziella Schincariol, che ha evidenziato un cambio di prospettiva dalla didattica tradizionale allo sgretolamento dei confini tra le discipline per collaborare, lavorare e divertirsi insieme. Sono stati gli alunni della quinta A a raccontare il loro lavoro, dalla scelta del tema alla sceneggiatura del video fino agli attrezzi da utilizzare durante le riprese.
    La senatrice Orietta Vanin, ex insegnante, ha parlato di un lavoro straordinario da parte di tutti, insegnanti e alunni, per una proposta di legge che ha definito seria e vera. Il suo plauso è andato soprattutto alle maestre, ma anche all'inventore della macchina mangiainchiostro e al suonatore di chioccolo.
    Il senatore Andrea Ferrazzi ha invece posto l'accento sulla scuola come tempo per gli alunni, educazione che etimologicamente significa "tirare fuori" al contrario dell'istruzione "mettere dentro". Come esperto di temi ambientali, ha sottolineato come l'ambiente sia la casa dove tutti viviamo e abbia bisogno di cura.
    L'incontro, dopo la consegna degli attestati agli alunni e della targa alla scuola, si è concluso con un canto sull'importanza di fare squadra e una clip di errori e "papere" del video, tra i sorrisi di tutti.

     

    Guarda le immagini

    31/05/2018