• Le settimane in Libreria - 23 aprile - Giornata del libro e del diritto d'autore - Gli incontri

    Le settimane in Libreria - 23 aprile - Giornata del libro e del diritto d'autore - Gli incontri

    L'iniziativa Le Settimane in Libreria si occuperà, fino a venerdì 22 aprile, della Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'autore, che si festeggerà, come ogni anno, il prossimo 23 aprile. 

    Alcune delle classi che partecipano alle consuete attività didattiche in Libreria hanno la possibilità di parlare con alcuni ospiti esperti del tema.

    Martedì 19 aprile alle ore 16, i ragazzi delle seconde classi dell'Istituto Don Tonino Bello di Molfetta (BA) hanno incontrato Monica Bartolini, scrittrice di gialli e appassionata di letteratura, che li ha incuriositi con la storia delle figure più significative di questo particolare genere letterario.
    "Scrittori (di gialli) si nasce o si diventa?", questo il titolo dell'incontro, è partito da un excursus sulle note biografiche dei più grandi, da Edgar Allan Poe fino a Conan Doyle e Agatha Christie, passando per George Simenon fino ad arrivare al nostro Camilleri, che è servito a spiegare le qualità necessarie per uno scrittore.
    Ed ecco la gara tra i ragazzi a cercare le caratteristiche, guidati in questo da Monica Bartolini e da una suddivisione importante: quella tra qualità innate e qualità acquisite.
    Immaginazione, applicazione, curiosità, attenzione a ciò che accade e all'animo umano, capacità espressiva, forma, spunto dalla realtà ma soprattutto tanta passione e studio: perché in fondo, come diceva Thomas Mann, "Lo scrittore è una persona per la quale lo scrivere risulta più difficile che per altri".

    Mercoledì 20 aprile alle 9 gli studenti del Liceo "Tito Lucrezio Caro" di Roma hanno approfondito la storia del diritto d'autore con la dott.ssa Chiara De Vecchis, documentarista della Biblioteca del Senato. Partendo dalle quattro "rivoluzioni" nella storia del libro - dalle tavolette di cera al codice, dal manoscritto al libro a stampa, dalla stampa tipografica all'industria editoriale fino ad arrivare al libro elettronico - i ragazzi hanno compiuto un excursus  lungo le diverse tipologie di protezione dei diritti di autori, editori e lettori. Dalla dimensione di "privilegio", concesso dall'autorità ai primi stampatori ed autori nel Cinquecento, la tutela delle opere dell'ingegno si è allargata sempre più, comprendendo anche i diritti dei fruitori di tali opere, ed ha assunto una dimensione sovranazionale. Ed oggi? La frontiera si sposta nel mondo virtuale di Internet e dei libri elettronici, in cui è sempre più fondamentale la ricerca di un equilibrio fra protezione dell'autorialità e movimenti open, fra "copyright: all rights reserved" e "copyleft: all rights reversed".

    Nel pomeriggio di mercoledì, alle ore 15, grazie a Sandro Bulgarelli, ex-direttore della Biblioteca del Senato, i ragazzi del Liceo ginnasio statale "Gaetano De Bottis" di Torre del Greco (Na) sono saliti su una macchina del tempo. Condotti dal dott. Bulgarelli, gli studenti hanno fatto un salto alla corte di Carlomagno, dove è nata la scrittura "carolina" che usiamo ancora oggi. Le destinazioni successive? L'officina di Gutenberg, per capire come si stampava un incunabolo con il torchio e i segreti della piegatura dei fogli: in folio, in quarto, in sedicesimo... E poi la Venezia di Aldo Manuzio, il tipografo-editore più importante dell'Europa moderna.
    Sandro Bulgarelli ha poi raccontatola storia della Biblioteca del Senato, nata nella Torino dei Savoia e poi giunta a Roma da Firenze con il compimento dell'unità d'Italia. Simbolo di questa unità sono le sue raccolte librarie, che comprendono le fonti per la storia dei comuni italiani e dgli Stati preunitari,  e fra le più importanti collezioni d'Europa e del mondo di storia del diritto.

     

     Vai alle immagini