Vorrei una legge che...

  • Scuola primaria
Vorrei una legge che...

Il Senato della Repubblica, nel quadro delle attività di formazione rivolte al mondo della scuola, svolte in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, promuove dal 2008 il Progetto - Concorso “Vorrei una legge che...”, rivolto alla quinta classe della scuola primaria (tranne che per gli anni dal 2015 al 2018 in cui è stato esteso anche alla scuola secondaria di primo grado).

L’iniziativa si propone di far riflettere i bambini su temi di loro interesse e di far cogliere l’importanza delle leggi e del confronto democratico, avvicinando anche i più piccoli alle Istituzioni e promuovendone il senso civico.  

A tal fine gli studenti partecipanti dovranno, attraverso la discussione e il lavoro in classe, individuare un argomento su cui proporre un disegno di legge, approfondirne il contenuto, elaborarne il titolo e gli articoli e illustrarlo facendo ricorso a una modalità espressiva a scelta.


a.s. 2017-2018                   a.s. 2014-2015                   a.s. 2011-2012                   a.s. 2008-2009                
a.s. 2016-2017                   a.s. 2013-2014                   a.s. 2010-2011                                      
a.s. 2015-2016                   a.s. 2012-2013                   a.s. 2009-2010

 

Per l'anno scolastico 2018-2019 la Commissione Senato - MIUR ha concluso i suoi lavori di selezione tra i progetti presentati dalle scuole primarie di tutta Italia.
Dodici i progetti risultati vincitori, che parteciperanno alla cerimonia di premiazione nell'Aula di Palazzo Madama.
L'undicesima edizione del bando ha visto gli studenti partecipare con "disegni di legge" che hanno toccato argomenti di vario genere come ad esempio: la tutela del territorio, la scuola, il senso civico, la diffusione dell'informazione, il rispetto dell'ambiente e molti altri ambiti che li hanno coinvolti, come piccoli legislatori, in una riflessione sull'importanza delle regole e del confronto democratico.

Ecco gli Istituti scolastici che parteciperanno alla cerimonia di premiazione nell'Aula legislativa di Palazzo Madama:


IC "Via Laparelli 60", Roma

IC "Mazzini-Fermi", Avezzano (L'Aquila)

IC di Marcheno, Scuola Primaria "Aldo Moro", Tavernole sul Mella (Brescia)

IO "Montefeltro", Sassocorvaro (Pesaro)

ICS "C. G. Viola", Taranto

IC "G. Puccini", Scuola Primaria, Piegaio di Pescaglia (Lucca)

IC "Serafini-Di Stefano", Scuola Primaria "L. Di Stefano", Sulmona (L'Aquila)

IC Giavera del Montello, Scuola Primaria "Oreste Battistella", Nervesa della Battaglia (Treviso)

IC "S. Eufemia Lamezia", Lamezia Terme (Catanzaro)

Terzo Circolo Didattico, Mondragone (Caserta)

DDS Santa Teresa di Riva, Scuola Primaria "Lucia Amato", Santa Teresa di Riva Messina (Messina)

IC "Molise altissimo", Carovilli (Isernia)

 

Inoltre, particolarmente meritevoli per i progetti presentati, le seguenti scuole riceveranno la visita di una delegazione del Senato:


Direzione Didattica 5° Circolo, Giugliano in Campania (Napoli)

ICS "B. Croce", Lauro (Avellino)

ICS "Aristide Gabelli", Misterbianco (Catania)

IC "A. Manzoni-D. Alighieri", Cellino San Marco (Brindisi)

Direzione Didattica II Circolo "Giovanni XXIII", Mesagne (Brindisi)

IC "S. G. Bosco-Manzoni", Sannicandro di Bari (Bari)

Direzione Didattica II Circolo "Ruggero Settimo", Castelvetrano (Trapani)

Direzione Didattica 6° Circolo "Sirtori", Marsala (Trapani)

ICS "Giovanni Falcone", ex Fondo Raffo, Palermo

IC "Antonio Rosmini", Roma

IC di Carignano, Carignano (Torino)

I progetti dei ragazzi