Testimoni dei diritti

  • Vincitore
  • Anno scolastico 2018-2019
  • Presentato da I.C. "Pietro da Cemmo", Capo di Ponte (BS)

Elaborato finale (video): "Testimoni dei diritti. Salute e sicurezza tra doveri e diritti"

Art. 23 
Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta dell’impiego, a giuste e soddisfacenti condizioni di lavoro ed alla protezione contro la disoccupazione.
Ogni individuo, senza discriminazione, ha diritto ad eguale retribuzione per eguale lavoro.
Ogni individuo che lavora ha diritto ad una rimunerazione equa e soddisfacente che assicuri a lui stesso e alla sua famiglia una esistenza conforme alla dignità umana ed integrata, se necessario, da altri mezzi di protezione sociale.
Ogni individuo ha diritto di fondare dei sindacati e di aderirvi per la difesa dei propri interessi.


L’articolo della Dichiarazione Universale prescelto per essere approfondito è il 23, soprattutto nei temi contemplati dai suoi tre primi commi. L’argomento dell’articolo è quello del lavoro e la realtà lavorativa della Regione Lombardia e della provincia di Brescia in particolare e della sub regione della Valle Camonica nello specifico, è un mosaico di potenzialità inespresse ma anche di contraddizioni. Sono ormai storiche le malattie legate all’attività del settore minerario nella provincia bresciana e in Valle, mentre è ancora cronaca odierna l’elenco delle malattie lavorative di cui sono affetti i lavoratori delle ferriere. Purtroppo è anche cronaca di attualità l’alta percentuale di incidenti, a volte anche mortali, sul lavoro. Le morti bianche, inoltre, sono consistenti nel settore dell’edilizia mentre in agricoltura si registrano i casi più numerosi di retribuzioni non eque e di sfruttamento (soprattutto etnico), senza tralasciare le malattie che gli agricoltori hanno acquisito con l’utilizzo dei fitofarmaci anche tra le vigne del rinomato Franciacorta. Il progetto mira a far valutare agli alunni tutti questi aspetti della realtà in cui essi vivono alla luce della lettura dell’articolo 23 della Dichiarazione Universale e prevede una fase preparatoria e una fase analitica. La fase preparatoria si realizzerà attraverso un sintetico studio delle Carte istituzionali e delle varie leggi sul tema: l’articolo 23 della Dichiarazione; gli articoli della Costituzione italiana che affrontano questo tema con tutte le implicazioni storico – sociali contenute in essi; lo Statuto dei Lavoratori; la legge sulla sicurezza dei lavoratori; la legge sul caporalato. La fase analitica sarà organizzata nel seguente modo: gli alunni saranno invitati a “indagare” la situazione lavorativa del loro territorio attraverso la consultazione dell’emeroteca e della bibliografia sul tema. Successivamente, inoltrando richieste specifiche agli enti preposti (Coldiretti, Cia, Camera del Lavoro, Camera del Commercio, Sindacati, Commissariato di Polizia, ASL) si cercherà di analizzare i dati e le statistiche presenti sui problemi lavorativi su accennati: disoccupazione, sicurezza, sfruttamento, lavoro in nero, peso e presenza delle organizzazioni criminali. Questa tipologia di progetto sarà condivisa con la Classe 2 A della Scuola Secondaria di Primo Grado, plesso “G. Monasterio” dell’Istituto Comprensivo di Latiano (BR) per un confronto tra la situazione lavorativa di una micro-regione, la Valle Camonica e una provincia, quella bresciana, che hanno un’economia diversificata e inserita in una zona del paese, la Lombardia e il Nord Italia in generale, fortemente industrializzata e tra una regione a vocazione prevalentemente agricola come la Puglia. Il confronto sarà effettuato tenendo conto delle differenti legislazioni regionali in materia e in base ad una griglia che avrà dei parametri oggettivi e riguarderà statistiche sui seguenti argomenti: popolazione, territorio, dati sull’impiego, tipologie di imprese, varietà di incidenti sul lavoro, disoccupazione, stime sul lavoro “sommerso”, investimenti sulla sicurezza e sulla prevenzione.

Testimoni dei diritti

Blog

  • 11 Aprile 2019
    Monica Salari - I. C. "Pietro da Cemmo", Capo di Ponte (BS)

    INCONTRO COL SIGNOR NORIS RIVA (ANMIL LOMBARDIA)

    Oggi i ragazzi hanno incontrato il Signor Noris Riva, invalido a causa di un infortunio sul lavoro nonché membro ed ex Presidente dell'ANMIL, Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro.
    Agli studenti sono stati sottoposti alcuni filmati (promossi e diffusi ...

  • 08 Aprile 2019
    Monica Salari - I. C. "Pietro da Cemmo", Capo di Ponte (BS)

    ANALISI DOCUMENTAZIONE IN MERITO AGLI INCIDENTI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI IN VALLE CAMONICA E VALTELLINA - RIFLESSIONI DEI RAGAZZI

    E’ stato analizzato il Piano dei controlli Anno 2019 (ATS Montagna - Dipartimento Igiene e Prevenzione Sanitaria) in merito agli incidenti sul lavoro e alle malattie professionali nei territori della Valle Camonica e della Valtellina.
    Il fascicolo riporta:
    - il numero di ...

  • 29 Marzo 2019
    Monica Salari - I. C. "Pietro da Cemmo", Capo di Ponte (BS)

    INDAGINE SUL CAMPO …

    Attraverso le interviste che gli alunni hanno somministrato a parenti e conoscenti, è emersa una frequenza, per loro inaspettata, di incidenti sul luogo di lavoro, talvolta di gravità elevata, oltre alla significativa presenza di malattie professionali.
    Quindi c’è stata ...

  • 29 Marzo 2019
    Monica Salari - I. C. "Pietro da Cemmo", Capo di Ponte (BS)

    IL LAVORO ALL'INTERNO DELLA COSTITUZIONE ITALIANA E NON SOLO …

    I ragazzi hanno esaminato e riflettuto sugli articoli della Costituzione Italiana in cui si parla del lavoro.
    In seguito, con l'insegnante di tecnologia, gli alunni hanno analizzato i seguenti punti:
    - il significato di “datore di lavoro”, “dipendente” e “lavoratore autonomo ...

  • 19 Marzo 2019
    Monica Salari - I. C. "Pietro da Cemmo", Capo di Ponte (BS)

    PONIAMO LE BASI ...

    I ragazzi, suddivisi in piccoli gruppi, hanno analizzato l’articolo 23 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.
    Da questo lavoro e dal confronto tra i compagni si è raggiunta una sensibilizzazione negli studenti relativamente ai concetti di lavoro come diritto ...