Ezio e Giovanna ; la libertà l'amore , gli ideali

  • Pubblicato il 02/04/2019
  • da Veronica Romano - I.C. N. 6 -Scuola Sec. I Gr. Irnerio, Bologna

Per questo viaggio sono state indispensabili le nostre "bussole" Agnese Portincasa e Olga Massari che attraverso foto e sapiente narrazione, hanno reso possibile a noi la visone e la conoscenza della vita incredibile di Ezio e Giannina.
Riportiamo qui il breve video di testimonianza e alcune immagini che ci hanno lasciato le nostre amiche ...
https://gopro.com/v/aR0QlQamG46Wd

Commenti (14)

Per inserire un nuovo commento è necessario autenticarsi.

  • il 11/04/2019
    Veronica Romano - I.C. N. 6 -Scuola Sec. I Gr. Irnerio, Bologna
    ha commentato:

    Grazie per la collaborazione tra l'Istituto per la Storia e le Memorie del '900 Parri e la Scuola Media Irnerio. Un grazie speciale alle "guide" che hanno condotto i nostri ragazzi in visita: Agnese Portincasa e Olga Massari.
    Alessandra Canepa

  • il 07/04/2019
    Emma Pomponio - irnerio, Bologna
    ha commentato:

    Nella visita all'Istituto Parri abbiamo parlato soprattutto dell'intrigante storia di Ezio e Giovanna che sono una coppia che è vissuta negli anni '20 in italia dove stava iniziando a prendere potere il fascismo.
    Al tempo i cittadini italiani non potevano superare il confine quindi erano come condannati a restare là dove tutti erano costretti a pensarla come la pensava lo stato. Ezio e Giovanna la pensavano diversamente e secondo me si sono sentiti come soffocati e angosciati all'idea di restare in un paese ingiusto e folle. Questo triste sentimento li ha spinti a oltrepassare il confine.
    Nella coppia Ezio è quello che ha voluto espatriare per dignità propria, per la propria libertà e per realizzare un ideale di giustizia. Quanto a Giovanna, beh, lei era sicuramente animata da uno spirito di ribellione, ma anche dall'amore per il suo compagno e dal desiderio di seguirlo.
    Erano giovani, e pensare a quanto diverse erano le loro vite rispetto alle nostre... ora la ribellione e il desiderio di libertà si esprimono in tutt'altre forme, anche se personalmente mi sento comunque vicina a loro. In una situazione di quel tipo avrei fatto esattamente lo stesso e i loro sentimenti non mi sembrano in ogni caso molto distanti dai nostri, di ragazzi degli anni duemila.

  • il 07/04/2019
    Lorenzo Bandiera - Irnerio, Irnerio (Bo)
    ha commentato:

    Il video è venutto veramente bene e devo dire che senza l'aiuto di Olga e Agnese l'uscita non sarebbe stata la stessa

  • il 03/04/2019
    Aida Dobritoiu - Irnerio, Bologna
    ha commentato:

    Ezio e Giovanna hanno compiuto questo viaggio spostandosi da un posto all’altro per sfuggire alle persecuzioni fasciste e alle descriminazioni, Giovanna ha seguito il suo amato e lui ha sentito l’esigenza di ribellarsi andando via perchè era contro alle leggi fasciste che c’erano in Italia.
    Hanno compiuto questo viaggio per ottenere giustizia e se dovessi farlo, lo farei.

  • il 02/04/2019
    Emma Tugnoli - Irnerio, Bologna (bo)
    ha commentato:

    Mi è piaciuto fare un'uscita molto istruttiva all'istituto Parri,sentire delle persone che hanno dato la vita per combattere per la pace,per permettere un futuro migliore alle nuove generazioni.Mi ha colpito molto il coraggio di tutti i soldati e di Ezio e Giovanna.Insomma mi è sembrata una storia da prendere in esempio

  • il 02/04/2019
    gaia donati - ic6, bologna
    ha commentato:

    I giovani Ezio e Giovanna sono scappati dall'Italia, allora dittata da Mussolini, per andare a vivere dove c'era la democrazia per la libertà. Lui scappa per la libertà, mentre lei scappa per amore da parte di Ezio, ma ci potrebbero essere stati altrettanti motivi per il quale fare giustizia.

  • il 02/04/2019
    Tazio Giorgio Dehò - Irnerio, Bologna
    ha commentato:

    Io avrei seguito il gesto di Ezio e Giovanna. Secondo me nel loro viaggio vi erano due scopi diversi: Ezio per libertà e Giovanna per amore. Ezio ha deciso di ribellarsi perché aveva capito che stava per succedere qualcosa di terribile...

  • il 02/04/2019
    Simone Langella - Irnerio, Bologna
    ha commentato:

    Si io lo farei il loro viaggio anche perché Ezio è la dimostrazione della discriminazione sociale delle persone, per non finire nei campi di internamento hanno emigrato in molti paesi nascondendosi nei treni ed era ancora più difficile perché anche grazie alle spie che facevano di tutto per scoprirli e anche per amore Giovanna è scappata dall'Italia dove a quel tempo c'era Mussolini e secondo me anche Ezio a sentito l'esigenza di andare via perché la pensava in modo diverso da tutti e per non morire per amore politico Ezio e Giovanna sono fuggiti prima in Austria, poi in Svizzera,in Russia e infine in spagna

  • il 02/04/2019
    Edoardo >F++ - Irnerio, Bologna
    ha commentato:

    Penso che il viaggio affrontato dai due sia un viaggio folle, iniziato per scappare e finito per aiutare, secondo me Ezio si è ribellato per vivere la sua vita e perchè non voleva essere schiavo della guerra e dei fascisti...

  • il 02/04/2019
    Ilaria Volpi - Irnerio IC6, Bologna
    ha commentato:

    Trovo molto importante il fatto che per viaggiare Ezio e Giannina usino ancora la bussola. Adesso, per viaggiare si usano oggetti moderni e rapidi (tipo alcune applicazioni sul cellulare per esempio google) e nessuno usa più le cartine e le bussole.
    il video mi è piaciuto molto e rappresenta, per me, il vero spirito dell'avventura.

  • il 02/04/2019
    viktor gotti - bologna, irnerio
    ha commentato:

    Ringrazio molto Agnese, Olga e la prof per la bellissima esperienza, video molto bello e fatto bene.
    Un saluto (viktor)

  • il 02/04/2019
    viktor gotti - bologna, irnerio
    ha commentato:

    Ringrazio molto Agnese, Olga e la prof per la bellissima esperienza, video molto bello e fatto bene.
    Un saluto (viktor)

  • il 02/04/2019
    Alessio Toci - scuola secondaria di primo grado Irnerio, Bologna
    ha commentato:

    Ci tengo a ringraziare Olga,Agnese e la prof. Romano per la magnifica esperienza, video e lezione molto significativi/a,
    inoltre l'istituto era molto attrezzato (in campo di testimonianze,articoli storici etc...)

  • il 02/04/2019
    Dylan Miburo - Scuola irnerio, BOLOGNA
    ha commentato:

    Bellissimo video
    Credo di ringriaziare a nome di tutti i miei compagni di classe
    Olga e Agnese.
    Un saluto a loro!