Avvisi legali

Il sito del Senato per i Ragazzi comprende informazioni testuali nonché elementi multimediali quali testi, disegni, grafici, loghi, icone, immagini, estratti audio e video, fotografie e software, che sono protetti dalla normativa applicabile in materia di diritti di proprietà intellettuale.
Tali informazioni testuali ed elementi multimediali sono di proprietà esclusiva del Senato e/o dei loro autori e aventi diritto. L'utilizzatore si impegna a rispettare i diritti di proprietà intellettuale del Senato o di terzi, fatti salvi i diritti e le eccezioni stabiliti da eventuali disposizioni imperative. L'utilizzo, la riproduzione, l'estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell'interesse pubblico all'informazione, per finalità non commerciali, garantendo l'integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.
E' fatto divieto di utilizzare, riprodurre o distribuire le suddette informazioni testuali e gli anzidetti elementi multimediali in contesti che possano pregiudicare l'immagine, il decoro e il prestigio dell'istituzione parlamentare, ovvero ledere il diritto all'immagine, all'onore, al decoro e alla reputazione delle persone ivi fotografate, riprese o citate. Ciò nondimeno, l'utilizzo, la riproduzione, l'estrazione di copia, ovvero la distribuzione di alcuni dati può essere soggetta, ove ricorrano i presupposti previsti dalla legge, a condizioni diverse, quali il consenso delle persone fotografate, riprese o citate.
E' fatto divieto di modificare le informazioni testuali, come anche gli elementi multimediali contenuti nel sito del Senato per i Ragazzi, nonché, salvo espressa autorizzazione scritta del Senato, di preparare con gli stessi opere derivate.
Il Senato non risponde degli eventuali danni causati dall'utilizzazione dei contenuti presenti su questo sito effettuata in modo non conforme alle predette prescrizioni. Non assume, altresì, alcuna responsabilità per il contenuto dei siti esterni ad esso collegati, l'accesso ai quali è fornito come mero servizio agli utenti, senza che ciò implichi approvazione né alcuna forma di controllo dei siti stessi.
La Delibera del Consiglio di Presidenza del Senato della Repubblica n. 24 del 16 dicembre 2008 Disciplinare per l'uso del marchio del Senato della Repubblica, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 38 del 16 febbraio 2009, si propone di dare adeguata pubblicità all'avvenuto deposito del marchio del Senato presso l'Ufficio brevetti e marchi di Roma e alle utilizzazioni che è possibile farne.
Il Senato agirà per la tutela del proprio marchio da qualsiasi uso improprio, se necessario ricorrendo alle vie legali. La vigilanza sull'uso del marchio viene esercitata dal Segretario generale, per il tramite del Servizio dei resoconti e della comunicazione istituzionale - Ufficio comunicazione istituzionale. Spetta all'Ufficio per gli affari legali, su indicazione del Segretario generale, il compito di intraprendere le azioni giudiziarie opportune per inibire, ove necessario, l’utilizzo e la riproduzione del marchio, e per l’eventuale risarcimento dei danni per usi scorretti o non autorizzati.